Press "Enter" to skip to content

WISEAIR, la piattaforma digitale per la qualità dell’aria

Wiseair nasce nel 2019 dall’incontro di quattro studenti di Alta Scuola Politecnica: Paolo Barbato, Carlo Alberto Gaetaniello, Fulvio Bambusi e Andrea Bassi.

Wiseair offre un servizio di misurazione della qualità dell’aria, creato appositamente per le amministrazioni locali che grazie ai sensori IoT e la dashboard di raccolta dati, è in grado di essere guida e supporto ai policy maker nel processo decisionale, volto alla difesa dell’aria pulita e riduzione del suo inquinamento.

Partendo da zero, Paolo, Carlo Alberto, Fulvio e Andrea hanno oggi più di 40 municipalità clienti e sono entrati in Techstars, uno dei primi tre acceleratori di startup al mondo. 

“Oggi siamo un team di 10 persone under 30, tutti motivati e mossi da una visione molto chiara ed ambiziosa: quella di riportare e mantenere l’aria pulita nelle città”. Paolo Barbato, Ceo e Co-Founder Wiseair

Oggi i singoli individui possono contribuire alla lotta contro l’inquinamento atmosferico e possono trovare aiuto in strumenti per il monitoraggio della qualità dell’aria. Tuttavia, l’esposizione agli inquinanti atmosferici è ampiamente al di fuori del controllo individuale e richiede l’intervento delle autorità pubbliche.

Per questo Wiseair ha deciso di affiancare le municipalità in questa sfida sviluppando il servizio IDO, capace di integrare e analizzare i dati sul traffico, i dati meteorologici e, naturalmente, le misurazioni dirette effettuate da sensori opportunamente distribuiti sul territorio comunale. Wiseair elabora questi dati con algoritmi proprietari all’avanguardia e fornisce ad amministratori comunali e a cittadini informazioni sempre più accurate sull’aria che respiriamo ogni giorno.

“L’inquinamento atmosferico è tra le prime 5 cause di morte premature al mondo. In Europa, oltre il 97% dei cittadini è esposto a livelli di inquinamento che sono sopra la soglia indicata dall’OMS. L’inquinamento atmosferico può essere urbano a livello urbano: amministratori e cittadini possono fare qualcosa. Perché non lo fanno? La nostra risposta è che mancano i dati. Wiseair vuole risolvere questo gap e quindi attraverso la nostra piattaforma IDO la nostra missione è quella di mettere in condizione policy maker, amministratori e cittadini di capire la situazione di inquinamento del proprio territorio e utilizzare dati per impostare delle politiche, delle iniziative e delle azioni concrete e misurabili per riportare l’aria pulita nelle proprie città”.  Paolo Barbato, Ceo e Co-Founder Wiseair

I sensori vengono posizionati in punti strategici della città, sulla base di diversi fattori, tra cui: 

  • le caratteristiche morfologiche del territorio
  • le zone ad alta concentrazione del traffico
  • la presenza di scuole o punti nevralgici per la popolazione

Partendo dal posizionamento dei sensori, l’Amministrazione può porsi le giuste domande, come capire quanto impatta la zona industriale rispetto al centro abitato. Grazie al servizio l’Amministrazione può estrarre informazioni concrete ed essere affiancata da Wiseair nell’interpretazione dei dati e le conseguenti azioni.

La campagna di raccolta per Wiseair è cominciata il 16 settembre 2022
e termina il 30 ottobre 2022.

Per scoprire di più la business idea, scaricare i documenti di approfondimento come il business plan e la due diligence e valutare l’opportunità di investimento, guarda la scheda del deal: chiedi subito il tuo accesso in piattaforma.