Press "Enter" to skip to content

Sonect: la soluzione per delocalizzare la gestione del contante

L’impatto della gestione del contante sull’economia globale

Sapevate che l’85% dei pagamenti dei consumatori a livello globale viene ancora effettuato in contanti, ma la distribuzione di contanti tramite ATM costa all’economia globale oltre 300 miliardi di dollari ogni anno?

Ottimizzare questi costi è sicuramente un must per i player del settore che intendono rimanere rilevanti e competitivi sul mercato. Il ridimensionamento della filiale fisica della banca/bancomat è ormai una priorità per le principali banche al dettaglio a livello globale, mentre l’accesso al contante rimane un’offerta chiave.

Tra gli effetti della pandemia abbiamo assistito anche all’accelerazione dei processi di trasformazione digitale e tecnologica in tutti i settori, ed anche il settore banking, che rispetto ad altri settori ha accumulato un certo ritardo nel processo di digitalizzazione, necessita ora di trovare nuovi modi innovativi per raggiungere in modo più efficace il cliente.

Sonect: mettere in contatto chi utilizza il contante

Per ottimizzare la gestione di questi costi, Sonect ha ideato una soluzione che permette di disintermediare la distribuzione del contante attraverso una piattaforma di matchmaking, basata sulla posizione, che collega in tempo reale coloro che vogliono ritirare contanti con coloro che vogliono depositare contanti, tipicamente proprietari di un negozio locale come panetterie, pizzerie, bar o ristoranti. In questo modo il proprietario del negozio non solo si libera del contante, ma guadagna anche una commissione e attrae ulteriore traffico nel proprio negozio; i consumatori possono prelevare contanti con un click ovunque si trovino a livello globale e le banche possono risparmiare fino al 50% nella gestione delle operazioni ATM.

Il business risponde dunque alle esigenze di tre controparti diverse:

  • Per le banche ridurre il costo di gestione del contante;
  • Per le persone fisiche agevolare il prelievo di contante, reso più difficile dalla riduzione del numero degli sportelli Bancomat con un ritmo del 7% annuo;
  • Per i negozianti attenuare i rischi di rapina riducendo il contante in cassa e al contempo attrarre clienti.

Nata a Zurigo nel 2016, Sonect è la startup fintech, in raccolta sulla piattaforma Doorway, impegnata nello sviluppo di una piattaforma che abilita, in modo semplice e veloce, attraverso il proprio smartphone, il prelievo di denaro contante presso retailer convenzionati.

Agendo in sostituzione del bancomat i negozianti possono offrire un nuovo servizio ai propri clienti, con la possibilità di sfruttare Sonect come un canale di marketing aggiuntivo per attirare traffico nel proprio negozio ed incrementare i ricavi.

Inoltre, la soluzione innovativa permette alle banche di ridurre le spese per l’erogazione del contante in modo significativo e aprirsi a nuovi mercati senza la necessità di utilizzare infrastrutture fisiche.

Sonect: il più grande network di bancomat in Svizzera

In meno di tre anni Sonect è diventato il più grande network di ATM in Svizzera e ha ora in programma lo sbarco sul mercato italiano tramite un accordo con uno dei principali istituti finanziari il quale darà loro accesso ad oltre 16.000 punti vendita già loro clienti, cui se ne aggiungono altri 165.000 di altre reti. È inoltre in corso un’espansione internazionale in più mercati come Messico, Germania, Francia, Belgio, UK e Svezia.

Dagli inizi di Maggio, inoltre, Sonect è operativa in Svizzera sulla piattaforma TWINT, cui aderiscono pressoché tutte le banche svizzere con oltre 3.000.000 di utenti. Questo ha fatto sì che nel solo mese di Maggio Sonect abbia registrato oltre  88.000 nuovi utenti attivi (+441% MoM) e oltre 2300 transazioni (+279% MoM). Tutte le transazioni sono state a “ricavo pieno”, senza incentivi di sorta per stimolare l’utilizzo del servizio.

“Abbiamo iniziato in Svizzera circa quattro anni fa e in soli 18 mesi di attività siamo diventati il più grande fornitore di rete ATM del paese”, racconta Sandipan Chakraborty, CEO e founder di Sonect. ”Tre cose ci rendono unici:

  1. siamo l’unica piattaforma aperta che permette a qualsiasi negozio di scaricare un’applicazione mobile e agire come un bancomat virtuale, rendendo la nostra piattaforma altamente scalabile.
  2. stiamo costruendo la nostra piattaforma basata su psd2 e open banking, al fine di ottenere un vantaggio significativo in termini di prezzo
  3. il nostro algoritmo di matchmaking elimina qualsiasi incertezza nell’esperienza del cliente monitorando in tempo reale la domanda e l’offerta di contanti in ogni area geografica.”

Per raggiungere i sui obiettivi l’azienda ha aperto un aumento di capitale pari a 5 milioni di CHF.

La strategia di exit

È sempre difficile parlare di exit in quanto fondatore, ma vedo due possibilità. Nel medio termine, i prossimi 4 o 5 anni, alcuni dei produttori globali di ATM potrebbero vederci come un’opportunità e forse acquisirci. Tuttavia, nel lungo termine, l’asset che stiamo costruendo è una piattaforma digitale globale che collega i rivenditori direttamente con i conti bancari dei consumatori tra i vari continenti e ci permetterà in futuro di offrire vari tipi di servizi finanziari. Questo potrebbe portare a una potenziale exit su grandi player nel mondo dell’elaborazione dei pagamenti. Ma una volta arrivati lì, potremmo anche portare avanti la nostra stessa idea.

Sandipan Chakraborty, CEO e founder di Sonect

Investi su Sonect

Sonect ha già raggiunto il target minimo di raccolta di 500.000 € e inizia l’overfunding. La campagna vede i Business Angel di IAG come co-investitori.

Per scoprire di più la business idea, scaricare i documenti di approfondimento come il business plan e la due diligence e valutare l’opportunità di investimento, guarda la scheda del deal.