Press "Enter" to skip to content

Fintech: record di investimenti nel primo trimestre 2021

Nel primo trimestre del 2021 il settore del Fintech ha raccolto la cifra record di 22,8 miliardi di dollari.

Nel primo trimestre del 2021 il settore del Fintech ha registrato un record storico di investimenti, con un totale globale pari a 22,8 miliardi di dollari. Si tratta di un segnale importante per il mercato e per gli investitori, prova dell’ingresso definitivo del settore in una fase di maturità.

Raddoppia il valore degli investimenti nel Fintech

Stando al rapporto di CB Insight, nel primo trimestre dell’anno sono stati registrati 614 deal con una crescita del 15% rispetto all’anno precedente. Ciò che più colpisce, non è tanto la crescita relativamente modesta del numero di operazione, quanto piuttosto il loro valore, sostanzialmente raddoppiato.

Da record anche il numero di investimenti superiori ai cento milioni di dollari, che sono stati 57, rappresentando il 69% del volume totale, rispetto ai 30 dell’ultimo trimestre del 2020.

Tra i round maggiori si attestano, Robinhood con 3,4 miliardi di dollari, Stripe con 2,5 miliardi, Klarna con 1,0 miliardi e la cinese Paradigm con 930 milioni.

La taglia media degli investimenti è raddoppiata da 19,3 a 37 milioni di dollari.

Boom di exit nel Fintech

Per quanto riguarda le exit, anche qui si è registrato un boom: sono state 11 Ipo e 67 operazioni di M&A (buona parte delle quali attuate mediante Spac, tra cui Bakkt, SoFi, MoneyLion ed eToro).

L’espansione del settore ha riguardato tutte le aree geografiche, ad eccezione dell’Africa. In Europa la crescita è stata del 180% a 5,04 miliardi di dollari.

Il Venture Capital punta sulle startup in fase seed

Anche il Venture Capital ha dato prova delle proprie aspettative sul settore, con un incremento inatteso degli investimenti in fase seed nei sottosettori dei pagamenti (volume triplicato a oltre 6 miliardi), del digital lending (triplicato a 4 miliardi), dei servizi alle Pmi (più che raddoppiato a 3,4 miliardi) e della gestione patrimoniale (più che quintuplicato a 5,4 miliardi).

In crescita anche gli investimenti nell’Insurtech

Così come per il settore del Fintech, anche per l’Insurtech si è trattato di un primo trimestre da record. Quest’ultimo ha registrato il maggior numero totale di round di finanziamento dal 2019. Questi risultati testimoniano una vera e propria rivoluzione digitale nel mercato dei servizi finanziari, che per molto tempo ha investito poco in innovazione.

Da non trascurare anche il ruolo giocato delle divisioni di investimento delle banche sul totale di investito. In particolare, Golman Sachs e Citicroup hanno partecipato a 69 e 51 deal rispettivamente, mentre anche Jp Morgan sembra stia recuperando terreno.