Press "Enter" to skip to content

AorticLab raccoglie un finanziamento da 1,5 mln di euro da UniCredit

Unicredit ha finalizzato un’operazione di finanziamento da 1,5 milioni di euro per sostenere i progetti di sviluppo di AorticLab, startup in ambito biomedicale che lo scorso luglio ha raccolto oltre 800mila euro sulla piattaforma Doorway.

Fondata nel 2017 da Franco Osta, professionista nel settore della Tecnologia Medicale con alle spalle oltre trent’anni di esperienza, AorticLab punta ad innovare e perfezionare il trattamento dei pazienti con problemi cardiovascolari.

Con i nuovi fondi messi a disposizione da UniCredit, la società sarà in grado di realizzare un progetto del costo complessivo di 15 milioni di euro, focalizzato sullo sviluppo e la realizzazione di due dispositivi: Embrace, filtro antiembolico transcatetere, e Gemini, sistema ad ultrasuoni per il recupero funzionale delle valvole cardiache utilizzabili sia singolarmente che congiuntamente, che consentono di migliorare la sicurezza e l’efficacia dall’impianto di protesi valvolari TAVI (Transcatheter Aortic Valve Implantation) e di migliorare le caratteristiche funzionali della valvola aortica nativa affetta da steno-insufficienza o delle bioprotesi aortiche.

Il resto delle risorse necessarie al finanziamento del progetto, provengono da importanti grant funding avvenuti negli ultimi mesi. Nel frattempo, la società ha conquistato anche importanti risultati clinici tra cui, a fine maggio 2021, aver condotto con successo il trattamento dei primi tre pazienti con il dispositivo Embrace.

Gli avanzamenti nei piani di sviluppo di AorticLab rimarcano il potenziale della società, dimostrando la validità del processo di selezione Doorway nell’individuare progetti imprenditoriali promettenti, capaci di produrre valore non solo per gli investitori ma per tutta la società.