Startup innovative e PMI innovative

L’Art 29 del DL 18/10/2012 n.179 (conv. L. 17/12/2012) prevede una normativa di favore che consente ai soggetti passivi IRPEF e ai soggetti passivi IRES di detrarre o dedurre le somme investite in startup innovative e di ottenere diversi benefici fiscali.

La disciplina fiscale di favore prevista per i soggetti passivi IRPEF o IRES che investono in startup innovative è stata modificata e resa permanente dal 2017 (art. 1 Legge 232/2016; comunicato stampa MEF 2/10/2017) e autorizzata dalla Commissione europea (SA 47184 18/09/2017).

Per effetto del Decreto del 7 maggio 2019 del MEF che recepisce le indicazioni di cui all’autorizzazione della Commissione europea del 17 dicembre 2018, le agevolazioni fiscali dell’equity crowdfunding vengono estese anche agli investimenti effettuati in PMI innovative.

In particolare, la normativa relativa ai benefici fiscali prevede:

  • Per i soggetti IRPEF una detrazione dall’imposta lorda pari al 30% delle somme investite nel capitale sociale di startup o PMI innovative, l’investimento massimo detraibile non può eccedere l’importo di 1.000.000 di euro, per ciascun periodo di imposta agevolato, per un risparmio massimo conseguibile pari a 300.000 euro anno. Per i soci di società in nome collettivo o in accomandita semplice l’importo per il quale spetta la detrazione è determinato in proporzione alle rispettive quote di partecipazione agli utili.

Se la detrazione supera l’imposta lorda, l’eccedenza può essere portata in detrazione entro i 3 anni successivi.

  • Per i soggetti IRES una deduzione dal reddito pari al 30% delle somme investite nel capitale sociale di startup o PMI innovative; l’investimento massimo deducibile non può eccedere, in ciascun periodo d’imposta, l’importo massimo di 1.800.000 di euro e comporta un risparmio IRES massimo annuo di 129.600 euro (considerando l’aliquota IRES al 24%).

Qualora la deduzione sia di ammontare superiore al reddito complessivo dichiarato, l’eccedenza può essere computata in aumento dell’importo deducibile dal reddito complessivo nei periodi di imposta successivi, ma non oltre il terzo, fino a concorrenza del suo ammontare.

Anche gli investimenti in via indiretta, ossia effettuati mediante la Società Veicolo di scopo, beneficiano delle suddette agevolazioni fiscali relative all’equity crowdfunding.

Tabella riepilogativa delle agevolazioni fiscali
  Detrazioni / Deduzioni Tetto massimo dell’investimento
Persone fisiche (Soggetti passivi IRPEF) 30% investimenti in startup e PMI Innovative. 1.000.000 euro annui
Persone giuridiche (Soggetti passivi IRES) 30% investimenti in startup e PMI innovative. 1.800.000 euro annui