Esistono diverse tipologie di investitori che investono in startup e PMI innovative. Facciamo chiarezza su cosa singifica essere Investitore professionale secondo il Regolamento Consob sulla raccolta di capitali di rischio da parte di start-up innovative tramite portali on-line.


  • CHI E' L'INVESTITORE PROFESSIONALE?

Un investitore è considerato professionale se possiede l’esperienza, le conoscenze e la competenza necessarie per prendere consapevolmente le proprie decisioni in materia di investimenti e per valutare correttamente i rischi che assume. Il regolamento Consob 18592/2013 (come modificato con delibera Consob 19520/2016) definisce chi può essere considerato investitore professionale.

Gli investitori professionali si dividono in due categorie: professionali privati di diritto e professionali privati su richiesta, classificati dall’Allegato 3, punti I e II, del Regolamento Consob in materia di intermediari.

La qualifica di investitore professionale comporta che potrà essere attribuita loro da parte dell’intermediario una forma di protezione minore rispetto al cliente retail.


  • QUALI SONO I REQUISITI?

I clienti professionali sono di due tipi

  1. Professionali privati di diritto: (i) soggetti che devono essere autorizzati o regolamentati per operare nei mercati finanziari quali banche, imprese di investimento, imprese di assicurazione, OIC, ecc…, (ii) imprese di grandi dimensioni che presentano a livello di singola società almeno due dei seguenti requisiti: totale di bilancio pari o superiore a 20 milioni di euro, fatturato netto pari o superiore a 40 milioni di euro, fondi propri pari o superiore a 2 milioni di euro, (iii) investitori istituzionali la cui attività principale è investire in strumenti finanziari;
  2. Professionali privati su richiesta: soggetti (investitori retali) che pur non avendo i requisiti di cui alla lettera a), richiedono espressamente di essere considerati tali in virtù della competenza ed esperienza maturata in campo finanziario.

La valutazione dei requisiti di professionalità degli investitori professionali su richiesta, viene fatta dall’intermediario, quando vengono soddisfatti almeno due dei seguenti requisiti:

1 L’investitore ha effettuato operazioni di dimensioni significative sul mercato in questione con una frequenza media di 10 operazioni al trimestre nei quattro trimestri precedenti
2 Il valore del portafoglio di strumenti finanziari dell’investitore, inclusi i depositi in contante, deve superare 500.000 euro
3 L’investitore lavora o ha lavorato nel settore finanziario per almeno un anno in una posizione professionale che supponga la conoscenza delle operazioni o dei servizi previsti

  • COME AVVIENE IL PROCESSO DI VERIFICA SU DOORWAY?

Su Doorway è possibile dichiarare di far parte di questa tipologia di investitori nella sezione "profilo investitore" del proprio profilo in area riservata. Questa dichiarazione comporterà l’attivazione di una specifica procedura da parte del team per la verifica dei requisiti e la raccolta della relativa documentazione.